Sei nella sezione: Vicino e Medio Oriente

Yemen: un Paese al bivio a rischio disintegrazione in una guerra non più sua.

Di Yemen si continua a parlar poco ma la guerra in corso in quel territorio sta annientando una popolazione nel silenzio quasi generale. Da tempo invece OA monitorizza la situazione. Di seguito lo stato del conflitto tra Yemen e Arabia Saudita. Il Direttore scientifico: Maria Gabriella Pasqualini Lo Yemen...

La Libia, gioia e dolore dell’Italia. Maggiori il dolore e le difficoltà.

  La situazione in Libia è una guerra civile scoppiata senza dubbio il 4 aprile quando il Signore della Guerra, il generale Haftar, avendolo preventivamente annunciato, ha ingaggiato combattimenti con le milizie di Tripoli. Un altro conflitto nel Vicino e Medio Oriente del quale non si sentiva la...

La Resilienza dei Gruppi Jihadisti in Nord Africa

Una interessante panoramica  sulla resilienza  jihadista nel Nord Africa con accurata analisi dei singoli stati. Il Direttore scientifico: Maria Gabriella Pasqualini Otto anni dopo la caduta di Gheddafi, in Libia permane una guerra civile da poco rinvigorita dalla nuova campagna militare del...

Sudan: un Paese in perenne tensione.

In Sudan si avvertono importanti tensioni e tutto quanto avviene in Africa ha poi importanti ripercussioni anche nel resto del globo, ma soprattutto in Europa. Una interessante analisi sulla odierna situazione in Sudan. Il Direttore scientifico: Maria Gabriella Pasqualini In Sudan, bilad el Sudan (Paese...

Algeria: le incognite delle prossime elezioni presidenziali.

Improvvisamente l’Algeria è tornata alla ribalta per le dimostrazioni di piazza contro il Presidente Bouteflika….eppure egli è riuscito a porre termine alla guerra civile. L’articolo che segue analizza con cura e chiarezza l’attuale situazione algerina in vista delle elezioni politiche a breve. Il...

LIBIA, POSSIBILI ELEZIONI? INTANTO HAFTAR SI MUOVE A SUD…

Una equilibrata analisi della situazione attuale in Libia. Il Direttore scientifico: Maria Gabriella Pasqualini. La mediazione dell’inviato ONU in Libia, Ghassam Salamé, ha raggiunto un altro obiettivo: un accordo tra l’uomo “forte” Khalifa Haftar e il capo del governo di Tripoli...

« Older Entries