Sei nella sezione: Stati Uniti d’America

Samarcanda… città dell’Antica Via della Seta…e dell’attuale…

Dai resoconti dell’incontro annuale organizzato dalla Shanghai Cooperation Organization (SCO), il 15 settembre scorso, in Uzbekistan, si può comprendere quale potrà essere l’equilibrio mondiale nei prossimi 10/15 anni. Fanno parte di questa organizzazione la Russia, la Cina, l’India, il Pakistan e...

Uno Zar, un Imperatore del ‘Celeste Impero’, un maharajah… un Sultano.

* È indubbio che per Zar Wladimir (Putin), la situazione si stia complicando non avendo forse previsto che l’Europa si sarebbe stretta all’Ucraina aggredita. Possibile che i suoi consulenti non abbiano previsto questa unità europea nel difendere uno stato aggredito a meno che non l’avessero messo in...

Iran: stallo dei negoziati sul nucleare, crescenti tensioni con Israele e atteggiamento statunitense.

Riprendendo le pubblicazioni anche in seguito a riflessioni dovute al presente conflitto un Ucraina, si deve notare con grande preoccupazione, che gli equilibri geopolitici mondiali sono profondamente cambiati e che l’Iran sta tornando a essere un interlocutore notevole di Russia…Cina…con una nuova...

Qatar: evoluzione di un Paese sempre più partner strategico degli Stati Uniti d’America.

Gli USA stanno tessendo, come sempre, i loro legami internazionali, soprattutto ora nel loro confronto duro con la Russia…e con la Cina. Un’interessante analisi di Paolo Brusadin. Il Direttore scientifico: Maria Gabriella Pasqualini La visita è stata significativa non solo per la tempistica ma,...

Intelligence e immaginazione…

  Iniziamo con una sintesi della lezione di Robert Görelick al Master in intelligence dell’Università di Calabria la serie di queste lezioni lì tenute, sempre per sintesi. Il Direttore Scientifico: Maria Gabriella Pasqualini Tema della lezione: “Intelligence nel XXI secolo: tra clima, pandemie...

Afghanistan…speranze quasi nulle.

Kabul 2006 (©photo firuzeh. Riproduzione riservata). Leggendo quel che succede in quella terra ‘di mezzo’ tra Medio Oriente e Asia Centrale, una domanda sorge quasi spontanea: quale risultato ha conseguito una ’occupazione’ basata su modelli occidentali? Non capisco la ratio dell’inizio e la fine...

« Older Entries